Loading...

Articoli

Articoli di interesse spirituale e culturale

Lettera di P. Cosimo Berlinsani a Maria Caterina Gavotti

AOBG, Roma 9, Vita e scritti di P. Cosimo Berlinsani, 8/4, cc. 11 – 12.

Roma
, 30/09/2017

Roma, 1681 maggio 31

Iesus, Maria, Ioseph.
Pax Christi.

Verificata la multiplicatione del vino, suppostami da Vostra Signoria giovedì mattina, io la stimo, maggiore gratia e favore più segnalato del Cielo, che se persona alcuna del mondo c’havesse donato cento mila scudi; poiché, sebbene questo sarebbe stato beneficio straordinario, non sarebbe però stato miracoloso, come l’accennato accrescimento del vino. Non fa il Signore simili gratie a quelle persone quali con segni straordinari d’affetto non ama. Se crede Vostra Signoria essere vero quello che m’ha raccontato, viva pure allegramente, tenendo per certo essere ciò stato un picciolo segno delle cose meravigliose e stupende che vuole il Signore operare in loro et in altri per mezzo loro. Io per me persuaso che Vostra Signoria m’habbia narrato il vero, mi sono talmente confermato nelle mie prime speranze e mi sono corrobborato il cuore di fede così viva, che spero non m’abbatterrà per l’avvenire qualunque penuria et infortunio, potessi già mai provare.

Faccia Vostra Signoria nuova riflessione al fatto e mentre resti confermata nella verità del medesimo, godi d’haver vedute et esperimentate in se stessa e nella sua famiglia le meraviglie già oprate da Dio nelle nascenti e bisognose Congregationi, e prendi nuovo animo e nuovo spirito, con rimettersi tutta e tutta abbandonarsi nella Divina Provvidenza. Veda et intenda che: «celi et terra transibunt, verba autem Dei non preteribunt». E questo li basti et in questo si consoli in tutte le sue perturbationi d’animo et afflitioni di corpo. Et io tra tanto, restando di Vostra Signoria e di tutte, affettuosissimo servo e padre in Christo, e come servo e come padre di tutte mi raccommando istantissimamente alle lor’orationi.

Cosimo Berlinsani